Oratorio San Giovanni Battista
 

Regolamento dell'attività di oratorio

 

1. L'Oratorio nasce dalla comunità parrocchiale come strumento e metodo di formazione umana e cristiana di tutti e in particolare delle giovani generazioni. Esso non è una organizzazione privata, frutto della buona volontà di alcuni, ma è l'espressione di tutta la comunità parrocchiale.

2. I fini istituzionale in cui l'Oratorio si riconosce sono riconducibili alla funzione di animazione religiosa, culturale e ricreativa, mediante iniziative educative che arricchiscano, l'umanità di ognuno. Infatto ogni intervento, ogni esperienza ed ogni rapporto al suo interno hanno come fine l'educazione di tutta la persona e offrire all'uomo incarnato nel proprio ambiente, carico della propria umanità, dei propri problemi e desideri, i contenuti e le energie necessarie per vivere in modo consapevole e responsabile la propria esistenza e farne dono agli altri.

3. La vita dell'Oratorio verte su alcuni valori fondamentali che debbono orientare i progetti, le scelte e lo stare insieme:
- l'accoglienza e il rispetto di tutti;
- il senso di fraternità e solidarietà;
- la crescita nella fede;
- la generosità e la gratuità nel servizio;

4. l'Oratorio, essendo un luogo di incontro per tutti, offre la possibilità di aggregazione in forme molteplici secondo i fini istituzionali dell'Oratorio e in armonia con altri gruppi.

5. Ai fini di una crescita globale dell'uomo, le attività dell'Oratorio vanno ricondotte a tre nuclei fondamentali:
a) attività per la formazione cristiana orientata alla conoscenza dei contenuti della fede e alla scelta personale della causa del Vangelo.
b) attività di promozione culturale e sociale, che, a partire da specifici bisogni o interessi o da situazioni di povertà tenderà a mettere in contatto le varie esperienze culturali circostanti al fine di favorire l'inserimento attivo nei vari ambiti della vita sociale e ad interagire con le stesse istituzioni sociali ed ecclesiali.
c) attività ricreativa caratterizzata dal gioco, dallo sport e dalla festa quali momenti di creatività, di serenità e di sano divertimento.

6. La responsabilità della gestione dell'Oratorio è affidata ad un Consiglio nominato dal Parroco e da esso presieduto. Vi prendono parte: le Associazioni ecclesiali presenti in parrocchia, un rappresentante del Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici, un rappresentante della Parrocchia San Giovanni Battista e un rappresentante della Parrocchia S. Maria la Nova.

7. Il Consiglio dell'Oratorio delibera sulla gestine dei localie determina le attività che in essi si svolgonoe condivide col Parroco le responsabilità delle decisioni assunte. Il Consiglio nomina al suo interno un segretario dell'Oratorio.

8. Centro di coordinamento è la segreteria che hai il compito di curare l'attuazione delle decisioni del Consiglio e di svolgere un servizio informativo dell'Oratorio che ha la facoltà di scegliere dei collaboratori che lo affiancano nel servizio. Si occupa inoltre della cura e della manutenzione ordinaria dei locali.

9. I locali dell'Oratorio vengono utilizzati in modo ordinario dai gruppi e dalle associazioni parrocchiali, in giorni e orari coordinati dalla segreteria. I suddetti locali possono essere usati anche da altri gruppi, associazioni o privati, compatibilmente con le attività oratoriane, con richiesta scritta al Consiglio, inoltrata mediante la segreteria. Un mese prima della consultazione elettorale non sarà dato l'Oratorio per dibattiti di carattere politico.


Acitrezza, 8 Dicembre 1994

 
AddThis Social Bookmark Button
 
Parrocchia San Giovanni Battista - Acitrezza - C. F. 81000990879 - (C) Tutti i diritti sono riservati. All rights reserved. Vietata la riproduzione anche parziale
Progetto realizzato e donato da Agenzia Web